il parere di Fabio Carosso Lega Nord - elezioni in Piemonte 26 maggio 2019

Dati demografici:

- nome e cognome: Fabio Carosso - età: 47 anni - istruzione: geometra - orientamento politico: Lega

Due parole su:

Prospettive di sviluppo.

Il mio motto, “È tempo di osare”: Opportunità, Sicurezza, Azioni, Radici ed Entusiasmo. È tempo di investire sul nostro territorio e puntare sulle sinergie, cogliendo e creando opportunità per le nostre imprese e le nostre aziende, i nostri giovani e il nostro territorio. Creare sinergie imprenditoriali e territoriali, investendo su maggiori collegamenti infrastrutturali sia all’interno del nostro Paese che con l’esterno, al fine di rendere più agevoli i trasporti e quindi gli insediamenti produttivi ed incentivando l’adesione e l’utilizzo dei Fondi Europei assegnati al Piemonte, oggi ancora troppo complessi per garantire il libero accesso a tutti. È nostro dovere mostrare al mondo la bellezza del nostro territorio, unico nel suo genere, e la straordinarietà dei prodotti che offre. Dobbiamo creare le condizioni di opportunità per incentivare ulteriormente il turismo, un trend già in crescita.

Politiche per i giovani.

Dobbiamo incentivare i nostri giovani a non esportare le loro conoscenze altrove, ma a reinvestirle nel proprio Paese. È necessario puntare sulla loro introduzione nel mondo del lavoro sin dai tempi delle scuole/università, con convenzioni e progetti scuola-lavoro maggiormente funzionali ed operativi; prevedere ed istituire maggiori fondi per agevolare la prosecuzione dei percorsi formativi e, quindi, l’accesso alle università e a corsi di master/specializzazione.

Tassazione locale.

È necessario garantire l’equità in tema di tasse, parametrando la tassazione in base alle reali possibilità dei singoli contribuenti.

Ruolo della regione Piemonte in Italia e in Europa.

Da quando le Province sono state drasticamente ridimensionante, il ruolo della Regione è cresciuto ulteriormente, così come dovrebbe essere cresciuta la sua attenzione nei confronti di tutte le realtà locali, anche quelle più piccole (un’attenzione richiesta a gran voce ma non ricevuta dalla Giunta Chiamparino). La Regione Piemonte è, oggi più che mai, l’ente di riferimento per tutto il territorio che rappresenta e non è più ammissibile che favorisca zone ad evidente scapito di altre. Il ruolo della Regione è anche fondamentale nei rapporti con l’Europa, si pensi semplicemente ai Fondi Europei che è chiamata a gestire ed a diffondere al proprio territorio (ricordo che negli ultimi 5 anni, solo il 20% dei Fondi Europei di PSR 2014-2020, è stato erogato).

Tagli agli sprechi / Strutture sanitarie/scolastiche (pubbliche e private).

La sanità rappresenta l’80% del bilancio della Regione. In questi ultimi 5 anni si è puntato a tagliare servizi in ogni dove, elogiando poi il corrispondere risparmio. Non è questo il modo in cui deve operare una Regione, la quale deve garantire il servizio ai propri cittadini e non tagliarlo. È, pertanto, necessario mirare a ridurre gli sprechi, senza ridimensionare ulteriormente le nostre strutture ospedaliere e scolastiche. In particolar modo, è tempo di investire sulla sicurezza di queste strutture.

Detassazione lavoro.

Sappiamo tutti quanto sia “caro”, tutt’oggi, il lavoro, situazione che disincentiva le assunzioni. Il Governo ha già iniziato ad operare in tal senso, ma dal punto di vista Regionale è necessario impegnarsi ad intervenire sul cuneo fiscale ed IRAP, al fine di incentivare l’occupazione.

Riduzione debito regionale.

È necessario tagliare gli sprechi, smettendola di ridimensionare e tagliare i servizi. Noi come Lega, ci impegneremo in tal senso, senza dimenticarci dei diritti e della salvaguardia del cittadino.

Immigrazione.

Sull’immigrazione incontrollata e senza regolamentazione si sta, finalmente, intervenendo nel nostro Paese. La Lega si è impegnata fin da subito, al fine di rendere il nostro Paese più sicuro e dando la priorità prima di tutto ai propri cittadini italiani, come è doveroso da qualsiasi Nazione nei confronti del proprio popolo.

Internet, banda larga, innovazione e tecnologia.

È impensabile, oggi, non puntare sull’avanguardia tecnologica e l’innovazione. Non farlo significherebbe rimanere indietro rispetto al resto del mondo. È per questo che si tratta di un settore in cui è fondamentale convogliare le proprie risorse ed attenzioni.

Bike, car sharing.

Sappiamo tutti quanto l’inquinamento sia costantemente in aumento con conseguenze di elevata entità. Attivare politiche di mobilità ecosostenibile è importantissimo e permetterà ai nostri cittadini di respirare un’aria più pulita.

Etica, famiglia, omosessualità, matrimonio, figli.

Siamo in un’epoca storica in cui la natalità continua a diminuire. È, quindi, necessario attivare misure destinate ad incentivare la stessa.

Turismo.

Azioni concrete ed efficaci per far scoprire ai turisti i nostri prodotti, perché se ne innamorino anche loro. Questo è un aspetto fondamentale per creare ed incentivare maggiori flussi: il potere del passaparola. È necessario creare modelli virtuosi di aggregazione tra le aziende per esportare i nostri prodotti all’estero e puntare, nonché sviluppare, un turismo agricolo, che ci differenzia da tutto il resto del mondo. Pensiamo ai nostri vini: dobbiamo incentivare lo sviluppo del prodotto e della sua vendita con accordi coerenti, nonché nuovi modelli di marketing internazionali.

Risposta secca

Europa

Si

TAV

Si

Caccia

Si

Acqua

Pubblica

Fermare

Immigrati

Un' Immagine positiva del Piemonte

LA NOSTRA MERAVIGLIOSA TERRA ED I NOSTRI PRODOTTI UNICI NEL MONDO

Un' Immagine negativa del Piemonte

LA SCARSA ATTENZIONE DEDICATA SINO AD OGGI ALLA SANITA’, UN SERVIZIO DOVUTO AL CITTADINO E SU CUI SONO TAGLIATI MOLTI SERVIZI

Aggiungi Commento