il parere di Alessandro Benvenuto - regionali piemontesi del 25 maggio 2014

Dati demografici:

- nome e cognome: Alessandro Benvenuto

- età: 27 anni

- istruzione: Diploma in Perito Aziendale Corrispondente in Lingue Estere

- orientamento politico: Lega nord

Due parole su:

Prospettive di sviluppo.

Investire sul piano occupazionale porta crescita e sviluppo. Una delle priorità su cui concentrarsi riguarda le aziende, perché sono esse a creare lavoro. Per lo sviluppo della nostra Regione dobbiamo partire dalla salvaguardia delle attività produttive che già lavorano sul nostro territorio, incentivare nuovi insediamenti ed agevolare le assunzioni.

Politiche per i giovani.

Le istituzioni devono concentrarsi su tre necessità fondamentali: accesso al credito per la casa, opportunità e garanzie di lavoro per avere stabilità e servizi efficienti.

Tassazione locale.

Le tasse devono essere parametrate su possibilità e ricchezze reali, non, come avviene oggi, su quelle presunte.

Ruolo della regione Piemonte in Italia e in Europa.

La nostra Regione deve avere un ruolo centrale nell’asse del nord, insieme a Lombardia e Veneto. Queste tre Regioni unite possono costituire una macroregione europea tra le più ricche e competitive d’Europa.

Tagli agli sprechi / Strutture sanitarie/scolastiche (pubbliche e private).

La Lega Nord non pone vincoli, né limiti ai tagli agli sprechi. Proponiamo, tra le altre cose, l’abolizione delle Prefetture, sistemi anacronistici ed inutili per il nostro Paese, che costituiscono un enorme spreco di risorse. Proseguire il lavoro svolto finora con la riforma sanitaria, continuando a migliorare i servizi e a tagliare gli sprechi, senza chiudere neanche una struttura in Piemonte. Attenzione alle scuole pubbliche, senza tralasciare l’importanza delle scuole private della nostra Regione.

Detassazione lavoro.

Costi del lavoro troppo elevati disincentivano le assunzioni. Occorre ridurre cuneo fiscale ed IRAP per rilanciare l’occupazione e restituire competitività alle nostre aziende.

Riduzione debito regionale.

L’Ente, dopo decenni di cattiva gestione, arriva da quattro anni di piani di rientro e di politiche di correzione, che hanno consentito di ridurre il deficit. Grazie alla Lega, il bilancio del sistema sanitario regionale è in pareggio. Sarà necessario proseguire sulla strada del risanamento dei conti, continuando a ridurre le uscite e migliorando al tempo stesso la qualità dei servizi.

Immigrazione.

La Lega Nord è fortemente contraria all’immigrazione incontrollata e senza alcun vincolo. In un momento in cui le nostre aziende chiudono e i nostri Concittadini non arrivano a fine mese, non possiamo sobbarcarci anche i costi degli stranieri irregolari. E’ necessario riattivare gli accordi bilaterali con i Paesi stranieri per contenere le partenze, come fatto dall’allora ministro dell’Interno Maroni.

Internet, banda larga, innovazione e tecnologia.

 

Etica, famiglia, omosessualità, matrimonio, figli.

Bonus Bebè: Riconfermare il contributo regionale, destinato all’acquisto di prodotti indispensabili per la prima infanzia, per ogni nuovo nato.

Turismo.

Il governo Renzi sta cercando di attuare una riforma sul turismo che mira alla centralizzazione. In Piemonte, l’esperienza legata al turismo è positiva e dev’essere incentivata a 360 gradi.

Risposta secca

Provincie

Si

Ticket

No

TAV

Si

Caccia

Si

Acqua

pubblica con reti private

Elezioni anticipate

contro

Un' Immagine positiva del Piemonte

La cultura e la storia del Piemonte

Un' Immagine negativa del Piemonte

Deindustrializzazione, mancanza di lavoro e di prospettive

Aggiungi Commento